Guarda anche

verità sul web marketing

7 verità stronze sul Web Marketing

l Web Marketing è un tema ancora oscuro a molti, in Italia. Potremmo definirlo quasi esotico, anche per quelli che sono molto bravi a sembrare esperti ma molto meno a dimostrare di esserlo quando oltre a spiegarci le cose devono anche farle e “misurarle”. Proprio per questo, oggi ho messo giù alcuni punti facili facili per tentare di spiegare in maniera sintetica (visto che vanno tanto di moda gli elenchi alla “5 cose che devi sapere sulla lead generation) cosa possiamo aspettarci dal business online e cosa dobbiamo smettere di propagandare e “fuffeggiare”.

Procediamo, dunque.

Il Digital Marketing in particolare:

1. Non è la panacea di ogni male. Non è miracoloso e non rappresenta la soluzione definitiva a tutti i problemi della vostra azienda. Anzi: se non risolvete prima o comunque contestualmente i problemi della vostra azienda offline, internet ve ne darà altri, magari finanche più gravi e rognosi.

2. Non serve a salvarvi quando siete con l’acqua alla gola, dopo che per decenni avete campato di rendita su un mercato sostanzialmente immobile ed amico del vostro semi-monopolio. Se fatturavate 20 milioni di euro fino a 2010 e poi, improvvisamente quanto rapidamente, siete passati a 10 scarsi perché i vostri concorrenti si sono posizionati online prima e meglio di voi, non è con gli spicci che recupererete lo svantaggio competitivo ma con investimenti poderosi e…TEMPO.

3. E’ un “potenziamento” ed insieme un argine all’avanzare della concorrenza, non un salvagente miracoloso (vedi punto precedente). Quindi è proprio quando gli affari vanno bene che dovete evitare di comprarvi un SUV e 3 telefoni da 800 euro l’anno ed INVESTIRE per crescere ancora, sfruttando il Digital Marketing e pagando (bene) i pochi consulenti non cialtroni e le poche aziende serie che ci sono sul mercato. In caso contrario, affonderete e ve lo sarete ampiamente meritato.

4. Quello che costa poco o è gratis, fa schifo. Non ci sono eccezioni, se non quelle dovute a “botte di culo”. Ma affidarsi a quelle sarebbe come smettere di lavorare ed investire tutti i propri risparmi in gratta e vinci, oppure comprare un nuovo I-Phone a 100 euro da un venditore ambulante, meravigliandosi se poi dentro alla confezione c’è un bel mattone.

5. Come dice il buon Pietro Bonomo, gli e-commerce sono MARATONE, non sprint da 100mt. Si vince (o perde) sul percorso lungo e…l’80% di chi parte non arriva alla fine; #sapevatelo.

6. Più tardi investite per posizionarvi online, più dovrete investire e più sarà difficile ottenere i risultati (nel 2002 ti posizionavi in prima pagina su Google e tra i primi risultati con qualche parola chiave messa per bene, oggi potresti investire migliaia di euro, avere siti ottimizzati per il mobile e non riuscirci per molto tempo…o magari mai).

7. Non esistono “risultati certi”, ma solo tentativi più competenti e con minor rischio possibile. “Il colpo sicuro” non c’è, in questo campo, anche perché è un campo dove pure i grandi esperti sono pur sempre “ospiti” di realtà terze che cambiano regole e policy unilateralmente e senza preavviso (mortacci loro). Quindi non fidatevi dei tuttologici, dei “semplificatori” che vi vendono soluzioni “semplici semplici” che vi porteranno “clienti in automatico”. Di automatica c’è solo la truffa dietro queste promesse. Il mondo digitale è sempre più competitivo, complesso e affollato. Non capirlo, significa perdere in partenza.

Germano Milite

Giornalista professionista, video e foto repoter, copy e ghost writer, esperto di social, community e brand management. Ama anche la formazione ed ha tenuto corsi in alfabetizzazione digitale e business model innovativi in università italiane e straniere (in particolare in Brasile). Ha finanziato i suoi primi viaggi/reportage all’estero con il crowdfunding. Ancora oggi i suoi genitori non hanno capito quale lavoro faccia precisamente e la cosa lo rassicura molto. Ogni tanto cade in tentazione e trolla i webfuffaroli o i semplici imbecilli che infestano l’internet.

Commenta

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Tranquillo che non ti spammiamo e non trascriviamo il tuo indirizzo sui bagni degli autogrill

Grazie per esserti registrato!